chiaroveggenza

La chiaroveggenza è la capacità extra-sensoriale di un individuo di percepire non solo il mondo fisico, ma anche le dimensioni spirituali, in particolar modo il mondo fatto di immagini vive che risiede nel piano eterico o vitale.
Il chiaroveggente per mezzo della chiaroveggenza, riesce a percepire (vedere) eventi passati, presenti e futuri.
Come già espresso in questo articolo “Akasha significato, i registri akashici la memoria universale” nel piano eterico non si esprime solo la vita pulsante che vitalizza la materia, ma in esso è contenuta anche la memoria di ogni accadimento universale.
L’individuo che possiede la chiaroveggenza, non solo ha la facoltà di leggere (con gradi diversi) gli accadimenti del mondo e del nostro sistema solare scritti nei registri akashici, ma riesce anche a percepire la vita che sostiene la materia.
Il chiaroveggente riesce a percepire l’immagine vitale che sorregge la materia, liberandola dalla forma del mondo fisico percepibile dai normali organi di senso.
La chiaroveggenza è la capacità di un individuo di vedere in modo cosciente il piano eterico e vitale. La sola visione in modo cosciente del piano eterico, non conduce anche alla comprensione di ciò che il chiaroveggente percepisce.
Per quanto il raggiungimento della chiaroveggenza sia un grado di evoluzione elevato, ovvero il percepire attraverso sensi “animici” la dimensione eterica, il comprendere ciò che si percepisce è riservato all’iniziato.
Mentre il chiaroveggente percepisce la dimensione eterica comprendendola in parte, l’iniziato non solo la comprende ma ne ha anche una certa consapevolezza.
Le dimensioni sottili non percepibili ai sensi sono tre:

  • dimensione eterica/vitale – si esprime per immagini
  • dimensione astrale – si esprime per mezzo del suono
  • dimensione spirituale – si esprime con l’essere parte del mondo spirituale

Il chiaroveggente non essendo stato iniziato ai misteri dello spirito può solo percepire la dimensione eterico/vitale.
L’iniziato in base al grado di evoluzione e di conoscenza può accedere a tutte e tre le dimensioni sottili.

Chiaroveggenza e iniziazione nei tre gradi di coscienza non ordinaria

L’essere umano di oggi possiede vari corpi sottili oltre al corpo fisico ed essi sono:

  • corpo eterico
  • corpo senziente
  • anima senziente
  • anima razionale
  • anima cosciente

Articoli consigliati nei quali ho già descritto i corpi sottili dell’essere umano e l’anima umana:
I corpi sottili dell’uomo, caratteristiche e funzioni

I corpi sottili presenti in individui evoluti con capacità extra-sensoriali sono:

  • se spirituale – coscienza immaginativa – dimensione eterica/vitale
  • spirito vitale – coscienza ispirativa – dimensione astrale
  • uomo spirito – coscienza intuitiva – dimensione spirituale

L’essere umano odierno possiede un’anima razionale e alcuni individui di quest’epoca stanno maturando un’anima cosciente.
Articolo correlato: “Corpo astrale significato, come nasce l’anima umana
Gli esseri umani con capacità extra-sensoriale in grado di percepire in modo cosciente la dimensione eterica, astrale e spirituale hanno sviluppato degli abbozzi di questi corpi sottili evoluti.
Il chiaroveggente possiede la coscienza immaginativa, quindi ha sviluppato in sé stesso il spirituale, nel momento in cui il chiaroveggente acquisisce anche una coscienza ispirativa o nei gradi più evoluti quella intuitiva esso viene definito iniziato.

Chiaroveggenza antica e moderna

L’uomo antico possedeva un certo grado di chiaroveggenza nella sua ordinarietà, in quanto i corpi sottili dell’uomo antico non erano “confinati” e allineati nel corpo fisico. La chiaroveggenza dell’uomo antico ordinario era “inconsapevole”, in quanto percepiva parte dei mondi spirituali ma senza una reale presa di coscienza di ciò che percepiva.
Questo perché le forze dell’autocoscienza ovvero dell’io, in lui non erano ancora formate.
Come già detto in altri articoli, l’essere umano nel corso della sua evoluzione perde questa “chiaroveggenza inconsapevole” per lasciare spazio alla formazione e allo sviluppo dell’io.
Sono le forze dell’autocoscienza ovvero dell’io, a dare all’essere umano la capacità di comprendere ciò che vive e sente.

Chiaroveggenza moderna

Nell’epoca moderna esistono alcuni individui che nascono con poteri di chiaroveggenza e possiedono una porta naturale aperta sulle dimensioni spirituali.
Tali individui, se sapientemente guidati per non essere preda di entità maligne, possono durante la loro esperienza terrena, evolversi velocemente ed evolvere per mezzo del loro sapere l’umanità.
Articolo correlato: “Gustavo Rol e la legge che lega il verde, la quinta musicale e il calore

Acquista su Amazon.it

Gli antichi iniziati

Come ai nostri giorni, le persone più evolute nell’antichità, erano in grado di comprendere non solo le vicende materiali dell’uomo ma anche quelle spirituali.
La chiaroveggenza ordinaria antica, poteva essere elevata e quindi compresa solo attraverso un percorso di iniziazione.
Nell’antica Grecia ad esempio, chi iniziava un percorso di conoscenza esoterica era seguito dallo Ierofante e da un gruppo di iniziati esperti.
Ierofante deriva dal greco “Hierophantes” e significa “colui che spiega le cose sacre”.
Lo Ierofante attraverso insegnamenti e pratica dava i corretti strumenti agli iniziati per comprendere cosa vedevano per mezzo della chiaroveggenza.
E’ assodato che nei mondi spirituali vi sono entità spirituali del bene e del male, chi non possedeva gli strumenti per capire con chi o cosa fosse in comunicazione, poteva rimanere vittima di entità spirituali malefiche.
Attraverso il percorso di iniziazione l’iniziato poteva accedere non solo alla coscienza immaginativa, ma anche a quella ispirativa e nei gradi più elevati quella intuitiva
Articolo correlato: “Illuminazione spirituale significato, la consapevolezza del risveglio spirituale

Gradi di iniziazione nei Vangeli Canonici

Nei quattro Vangeli Canonici della religione cristiana è possibile percepire i vari gradi di iniziazione che possedevano gli evangelisti.

  • Il Vangelo di Matteo (elemento terra) che nell’araldica è rappresentato da un uomo alato (angelo), racconta del Cristo uomo, di come si è formato il suo corpo fisico ed eterico. E’ il vangelo più “umano” e l’evangelista o gli iniziati che l’hanno scritto avevano un grado di coscienza immaginativa evoluta.
  • Il Vangelo di Luca (elemento acqua) viene rappresentato nell’araldica con un toro alato, è il vangelo del sentire, dell’amore e della compassione. Descrive l’origine e l’evoluzione del corpo astrale del Cristo. L’evangelista o gli iniziati cha hanno scritto il Vangelo di Luca possedevano sia la coscienza immaginativa che quella ispirativa.
  • Il Vangelo di Marco (elemento aria) nell’araldica viene rappresentato con la testa di un Leone alato, questo Vangelo narra l’azione dello spirito del Cristo sulla terra. L’evangelista o gli iniziati che hanno scritto questo Vangelo possedevano una coscienza immaginativa, ispirativa massima con un grado di coscienza intuitiva.
  • Il Vangelo di Giovanni (elemento fuoco) è rappresentato nell’araldica con un’aquila, esso narra le vicende dell’uomo che diviene parte dello spirito universale. Dei quattro vangeli il Vangelo di Giovanni è considerato il più evoluto, l’evangelista o gli iniziati che l’hanno scritto possedevano la coscienza intuitiva oltre alle altre due già citate.

Articolo correlato sui 4 elementi: “I 4 elementi naturali e gli spiriti elementali che li governano

Libri consigliati:

Iniziazione
Conseguire la conoscenza dei mondi superiori
€ 13

Rol - Il Grande Veggente
Il grande veggente

Voto medio su 2 recensioni: Buono

€ 9.5

Articolo di Marco Trevisan

Contenuto non riproducibile previa autorizzazione dell’autore.

Se ti è piaciuto l’articolo sostieni libero-arbitrio.it con una libera donazione

Lascia una risposta

La tua email non sarà pubblicata. I campi richiesti sono segnati

Ai sensi del Nuovo GDPR n. 679/2016, accetto l'Informativa sulla Privacy.