Ipocrisia significato ed etimologia – La società degli attori

ipocrisia maschere

Etimologia ipocrisia: dal greco ypokrisi, ypo = sotto, krinein = spiegare.
Nell’antica grecia L’ypokrites era l’attore.

Significato: persona che pretende il riconoscimento da altri di volari che non posside.
Per fare questo usa l’inganno e il raggiro.

L’ipocrisia e la società

Il valore sul quale è fondata la società moderna è l’ipocrisia.
Basta guardare i pacchetti di sigarette, con il bollo statale sopra e la scritta”Nuoce gravemente alla salute” sotto.
Oppure le scritte sulle slot machine “Il gioco crea dipendenza”.
La politica che mette nelle mani di uomini e donne che svendono il proprio corpo e la propria anima nell’amministrazione della res-publica (cosa del popolo).
L’uomo è talmente abituato a mentire a sé stesso che non riconosce più la realtà, è il manipolatore di sé stesso.

ipocrisia
L’ipocrisia e le maschere

Ipocrisia dentro e fuori sé stessi

L’uomo utilizza il proprio dialogo interiore per raggirare la realtà di continuo, il tutto per dimostrare agli altri individui che le azioni da lu manifeste sono giuste e in linea con il codice morale riconosciuto dalla società, dimenticandosi che l’aver ragione e la felicità non vanno mai daccordo, e che in quel momento ha mentito all’unica persona alla quale deve qualcosa…

Sé stesso

A volte vorrebbe dire la verità ma è troppo preccupato del fatto che potrebbe ferire qualcuno, o che potrebbe subirene il suo giudizio con la solita frase “il mondo va così!”
Il mondo va così perchè l’uomo lo vuole così, svendendo stesso e il suo prossimo per pochi centesimi, pur di non ammettere le proprie menzogne

Dire la verità è il più grande atto di questo secolo.

Aforismi dell’articolo:

L’ipocrisia è il velo che copre la corruzione umana. (Marco Trevisan)

L’ipocrisia‬ è direttamente proporzionale alla ‪‎meschinità‬, doti e virtù dell’ignoranza. (Marco Trevisan)

Scopri gli aforsmi di libero-arbitrio clicca qui

Articolo di Marco Trevisan

Contenuto non riproducibile previa autorizzazione dell’autore.

Aforismi in libro di Marco Trevisan

4 COMMENTI

  1. Sono settimane che cerco, senza trovare, cosa effettivamente mi rende triste. Per puro caso ho incontrato questo blog, questa pagina e qualcosa in me si è illuminato: ma credo di aver solo grattato la superificie. In ogni caso, grazie!

  2. Ho letto qualche articolo del suo sito voglio farle i miei complimenti . Personalmente più il tempo passa più mi accorgo che la mia paura più grande è di me stesso, roba inquietante…

    • Salve e grazie per il suo commento, il rendersene conto fa parte dell’aver preso coscienza di un meccanismo insito in lei. Questo potrebbe far nascere in lei l’esigenza di un cambimento, sempre se lo vorrà.
      Cordialmente,
      Marco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui