HomeConosci te stessoSpiritualitàGustavo Rol e la legge che lega il verde, la quinta musicale...

Gustavo Rol e la legge che lega il verde, la quinta musicale e il calore

In questo articolo vi è uno studio pratico, intuitivo e intellettuale sulla legge che lega il colore verde, la quinta musicale e il calore enunciata da Gustavo Rol, sensitivo e veggente italiano del XX secolo.

Gustavo Rol

Nato a Torino nel 1903 da famiglia agiata, cresce in un ambiente ricco e colto, si laurea in legge nel 1933 sebbene prediliga larte e la musica.
Secondo i suoi racconti e le testimonianze, la sua svolta spirituale avviene attraverso l’incontro di un “personaggio misterioso” a Marsiglia.
Durante la sua vita studiò e affinò proprie qualità spirituali mettendole al servizio del prossimo.
Muore a Torino il 22 settembre 1994.

Ci sono molte testimonianze di Gustavo Rol: scritti, quadri, registrazioni audio e telefoniche, nonché testimonianze personali di persone che lo frequentavano.
Rol tocca una moltitudine di temi e porta le persone a riflettere sull’esistenza dello spirito attraverso “giochi” con le carte ed esperimenti para-psichici.
Di certo tra tutte le sue enunciazioni quella che più colpisce è questa:

Ho scoperto una tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore.
Ho perduto la gioia di vivere.
La potenza mi fa paura.
Non scriverò più nulla. Gustavo Rol

Gustavo Rol comprese che l’uomo può divenire la “porta” che mette in comunicazione il mondo della materia e dello spirito.
Attraverso i suoi studi, i suoi talenti e la pratica aveva appreso come farsi porta ed espressione dello spirito nel mondo materiale.
Per fare questo utilizzava sollecitare i tre canali percettivi più comunemente usati: visivo, uditivo e cinestesico per “accordare” il proprio corpo con la psiche in una precisa vibrazione.
Articolo correlato: “Sincronicità significato, la teoria di Jung sulle coincidenze

Gustavo Rol
Murales di Gustavo Rol

Gustavo Rol e la Tremenda Legge

Il verde – visivo

Il verde è il colore a metà dello spettro visivo percepibile dall’occhio umano.
Qualsiasi corpo (materia) ha una sua vibrazione misurabile con le onde elettromagnetiche, quando un corpo è colpito dalla luce essa riflette la sua vibrazione (onde elettromagnetiche) generando il colore del corpo stesso.

L’essere umano percepisce i differenti tipi di colore perché il senso della vista è in grado di leggere le diverse vibrazioni emesse dai corpi che attraversano la luce.
La visualizzazione nelle pratiche di meditazione è molto diffusa.
Se l’uomo in uno stato di calma, visualizza un limone tagliato a spicchi, scopre che l’acquolina in bocca cresce con molta velocità, poiché il corpo risponde agli stimoli della mente e della realtà in egual misura perché non in grado di distinguerne la differenza.
Immaginando il colore verde Gustavo Rol “carica” la psiche della vibrazione generata dalle frequenze del colore verde che producendo un collegamento tra la materia e lo spirito.
Utilizzando lo schema dei chakra, il colore verde rappresenta proprio il chakra del cuore, il quale fa da ponte tra i tre chakra inferiori legati agli istinti e alla materia, e a quelli superiori legati allo spirito e ai piani sottili.

il_verde_gustavo_rol
Il verde, la frequenza e la vibrazione

La quinta nota musicale – uditivo

L’intervallo di quinta giusta è l’intervallo esistente tra due note distanti tra loro sette semitoni, ovvero tre toni e un semitono.
Per esempio, la quinta giusta del Do è il Sol. (Definizione di Wikipedia)
Anche in questo caso Rol utilizza l‘intervallo di quinta per richiamare in sé stesso quella precisa vibrazione, poiché due note suonate assieme a questa distanza nella scala musicale creano una consonanza perfetta.
Attraverso il canale uditivo e l’immaginazione riusciva ad accordare la psiche e il corpo nella stessa vibrazione emanata dall’equilibrio delle note riprodotte da uno strumento.

Il calore – cinestesico

Le vibrazioni prodotte dall’immaginazione del colore verde e dall’intervallo di quinta portano a sviluppare un calore sul corpo prodotto dalla psiche.
E’ il calore, generato dall’effetto “diapason” della psiche sul corpo, che “accordati” perfettamente a metà tra la materia e lo spirito creano una porta comunicante tra di essi.

Aumentare il calore rende malleabile la materia e quindi modificabile
Il calore sviluppato all’interno del corpo, generato dalla concentrazione mentale
di determinate frequenze come quella del colore verde e della quinta musicale,
portano a Rol ad aprire le porte dei mondi sottili, ovvero di entrare nelle dimensioni invisibile che coesistono all’interno della realtà tridimensionale del mondo materiale.

Articolo correlato:Mago archetipo significato, l’archetipo che trasforma la realtà per mezzo della coscienza

Sono cosciente di non possedere ciò che dono. Nei miei esperimenti è la psiche a far da grondaia allo spirito” Gustavo Rol

Libri e approfondimenti
una vita di prodigi rola amazon

io sono la grondaia rola amazon

Aforisma dell’articolo:

Solo l’uomo di conoscenza varca il limite della materia per accedere allo spirito.

Approfondimenti su Gustavo Rol:
www.gustavorol.org

Contenuto non riproducibile previa autorizzazione dell’autore.

Marco Trevisanhttps://www.libero-arbitrio.it/marco-trevisan/
L'autore di questo sito è Marco Trevisan, aforista e ricercatore della conoscenza interiore dell'uomo. Nato a Este in provincia di Padova nel 1983, sviluppa la sua sensibilità attraverso l'attività di musicista fino al 2012. Dopo aver cessato l'attività di musicista, nel 2013 crea il sito web Libero Arbitrio, dove il suo lato artistico trova espressione componendo aforismi e scrivendo articoli, nei quali imprime i suoi studi, le sue osservazioni sulla vita e sulla parte spirituale dell'uomo.

18 Commenti

    • Salve e grazie per il suo apprezzamento. La sofferenza è un processo interiore molto intimo, dovrebbe cercare di svolgere attività che la leniscono. I libri di Rol che le consigli sono quelli che trovo all’interno l’articolo. Le consiglio anche “Gusto per il mistero” di Pittigrilli, nel quale vi è un capitolo molto interessante dedicato al Maestro Rol, oppure il “Simbolismo di Rol”
      Se le piace l’arte il testo Gustavo Rol arte e prodigio è molto interessante.
      Cordialmente,
      Marco.

  1. Veramente, il calore si produce nel nostro “secondo cuore”. Basta la luce interiore e la luce visiva. Il secondo cuore si trova nel plesso Solare.

  2. Grande personaggio
    Grande in tutti i Sensi…
    Apprendere …i suoi insegnamenti
    Per aprirsi…allo Spirito…
    Il Mondo sarebbe completamente diverso…

    • Ho sentito parlare di Rol quando ero ancora ragazzina ,da subito ho avuto un grande desiderio di conoscerlo ma in tutti i gli articoli scritti su di lui dicevano che era inavvicinabile.Ho fatto riferimento a lui pochissimi giorni fa ,e oggi per caso ho ascoltato tutte le testimonianze di chi lo ha conosciuto…… complimenti per averle raccolte e pubblicate ,mi sono piaciute moltissimo.

  3. Volevo sapere se questo aforisma appartiene a Gustavo Rol ‘Solo l’uomo di conoscenza varca il limite della materia per accedere allo spirito’ e se è mai stato pubblicato su qualche libro. Grazie

  4. bellissimo articolo
    la stessa consonanza potrebbe essere ottenuta , anziche coi suoni , attraverso l ‘attenzione dedicata a particolari colori ?
    assistiamo ad una inusuale pubblicita ovunque dei colori giallo e blu , che insieme darebbero il verde , colore ricorrente nelle tragedie di questa guerra …

    • Salve, ciò che descrive il maestro Rol sono ancore fisiche che mettono in modo “organi spirituali”, poiché solo con organi spirituali si riesce a percepire il mondo animico spirituale e non con gli organi fisici.
      Schematizzando:
      Il verde è l’ancora per la conoscenza immaginativa (immagine) pensare
      La quinta musica per la conoscenza ispirativa (suono) sentire
      Il calore per la conoscenza intuitiva (calore) volere
      Cordialmente,
      Marco

  5. Salve Marco, ci sono tanti libri di Rol e su Rol, quali sono quelli che espongono questa “legge del colore verde…” piu’ in dettaglio? Grazie.

    • Salve, se non si hanno organi spirituali abbastanza formati nell’astrale e impressi nell’eterico la legge è completamente inutile, le ancore fisiche enunciate dal maestro non aprono alcuna porta… è quello che la gran parte delle persone non comprende. Il mondo spirituale si percepisce con organi spirituale e non con organi di senso fisici.
      Il cervello in un iniziato ai misteri non funziona solo come organo di riflessione del mondo materiale come negli uomini ordinari, ma diviene organo di percezione nella percezione dei mondi spirituali.

      Io ho letto 2 libri sul maestro Rol e moltissimo materiale disponibile in internet.
      Un libro che ho trovato molto interessante è “Gusto per il Mistero” di Pitigrilli, nel quale vi è anche una parte dedicata al maestro Rol.
      Cordialmente,
      Marco

  6. Credo fermamente che l’essenza dell’uomo sia quella luce di cui siamo composti e che durerà in eterno. È una luce sottile , senza paure , meravigliosa e non spiegabile per la nostra conoscenza e la nostra intelligenza. L’accetteremo e tutto sarà un tripudio inarrestabile per il nostro miglioramento eterno.

  7. Salve, Marco! Mi ha colpito il collegamento di Roll. A mia volta farei altri collegamenti, che mi vengono in mente, per esempio tra il Do il Sol e il Mi, minore e naturale, che per Bach (se non ricordo male) rappresentano l’accordo perfetto, della Trinità (il Mi m l’Umanità di Cristo). Inoltre lo schema chakra mi ricorda lo schema antropologico biblico (Spirito, anima e corpo; oppure, Hand (volontà), Heart (passioni), Head (intelligenza)). Verde mi ricorda viridans, allitterando, inoltre, vis, virtus, virginitas (S. Ildegarda; inoltre: anima, vita del corpo, pietra, salute del corpo; scienza, penitenza, Eucaristia, storia sacra, Vergine Maria)…potrei continuare, grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli più letti

Aforismi e Citazioni