creazione spirale

Lo spirito si esprime e si affina attraverso varie espressioni, due di queste sono la creazione e la distruzione della nostra realtà: esterna (mondo materiale), interna (psichica).

Queste due manifestazione sono collegate tra loro e sono una la nascita e morte dell’altra.
Lo scopo di questa ciclicità è la base dell’evoluzione spirituale e materiale dell’uomo.

Durante la vita di un essere umano inconsapevole, le manifestazioni della creazione e della distruzione daranno sempre gli stessi risultati.
L’uomo si ritrova a creare e a distruggere le stesse dinamiche, fino a quando non ne comprende gli aspetti manifestati da questa spirale, aumentando così la sua consapevolezza.

I cicli di creazione e distruzione rappresentano le varie nascite e morti che l’uomo deve attraversare in vita per affinare il proprio spirito, aumentando così il suo reale libero arbitrio.
Morire a sé stessi per rinascere migliori, in questo modo il ciclo di creazione e distruzione si manifesterà a un livello più alto per accedere a una coscienza più espansa.

L’evoluzione acquisita dalla creazione e dalla distruzione può essere rappresentata da una spirale, non vi è un punto di arrivo, si accede a un livello superiore di consapevolezza.
L’intento della creazione diviene più mirato come quello della distruzione, l’autenticità del suo essere comincia a farsi manifesta, tagliando quello che non gli serve e coltivando nella sua creazione l’unione tra il suo Io più forte e lo spirito.

Come avviene la Creazione?

La creazione si genera dentro l’uomo, essa ha origine nelle dimensioni sottili, nasce dal pensiero attraverso l’immaginazione.
Questo pensiero l’uomo lo fa suo attraverso il sentimento e poi lo manifesta nel mondo materiale attraverso la volontà.

spirale creazione
Spirale nella creazione in natura – lumaca

Come avviene la Distruzione?

Per la distruzione invece il meccanismo avviene al contrario, parte dall‘esterno per arrivare all’interno.
L’azione andrà a distruggere il presunto avversario-situazione, il sentimento collegato a esso e il modo di pensarlo.
Questi cicli portano in attrito l’io con lo spirito creando nell’essere umano gioia e sofferenza.
Nella prima fase lo spirito dona all’uomo ciò che desidera ma se l’io è debole, non saprà gestire ciò che ha creato, generando sofferenza, così che vorrà staccarsene.
In questa ciclicità la comprensione degli accadimenti è l’unico fattore che può smuovere e portare l’uomo a fare scelte diverse e consapevoli cambiando l’esito delle sue creazioni.

spirale distruzione creazione
Spirale nella distruzione in natura – tornado

Come crea lo spirito senza l’Io?

Lo spirito determina gli accadimenti con o senza l’approvazione dell’io, spesso accade in presenza di io forti, dove la vita è sotto il suo perfetto controllo.
La parte esserica, lo spirito, mira alla sua evoluzione e creerà le situazioni idonee e fuori dalla portata dell’io per espandere la consapevolezza dell’individuo.

Se l’uomo è bloccato nel creare e nel distruggere non affinerà mai il suo spirito e quindi non potrà evolversi, girerà sempre nelle solite dinamiche (i gironi dell’Inferno dantesco).

galassia spirale creazione
Spirale galassia

Che cosa blocca l’uomo nel creare e nel distruggere:

  • Il dubbio
  • Il giudizio
  • L’aspettativa
  • La paura di soffrire
  • La paura di non essere all’altezza

Questi programmi mentali si manifestano poi nel corpo generando blocchi emotivi.
Gli esseri umani che sperimentano questa situazione portano con sé grandi sofferenze, creando bisogni indotti o evasioni dalla sofferenza poiché non hanno mai onorato il loro spirito.

Alcune scuole insegnano il controllo emotivo e mentale per una continua creazione che non esiste. L’io non potrà mai controllare lo spirito.
Praticanti di queste scuole vivono e viaggiano nel mondo perennemente bloccati e preoccupati delle loro azioni.
Sviluppando un io superiore che fa da controllore agli altri io minori.

Durante la vita è importante sviluppare un io interconnesso con lo spirito determinando così il sé dell’individuo, a questo punto l’intento delle sue azioni sarà forte avendo compreso lo scopo della sua esistenza.
La materia non cambia ma evolve, lo spirito mira alla perfezione e l’uomo non può sottrarsi alla forza dello spirito ma deve onorarlo.

Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. (legge della conservazione della massa)

Articolo di Marco Trevisan

Contenuto non riproducibile previa autorizzazione dell’autore.

Se ti è piaciuto l’articolo sostieni libero-arbitrio.it con una libera donazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.