amico di comodo

Appunti di tarda notte
Data
: 28/05/15
Ore: 02.30
Luogo: da qualche parte nella provincia di Padova (Italia)

L’amicizia e l’amico di comodo – Il bisogno di attenzioni – Il mondo dell’immagine

Trovo buffo quando le persone mi presentano qualcuno enunciando prima il loro ruolo sociale e poi il nome.
Sembra che il loro lavoro o la loro carica sociale siano più importanti del loro essere e per questo comprendo subito che si tratta di un amico di comodo.
Sembra infatti che aggettivi come presidente, imprenditore, proprietario, assessore, ecc. diano un valore aggiunto alla persona presentata e di conseguenza anche al loro presentatore.
Personalmente mi son sempre chiesto su quale base concreta queste onorificenze rendono queste persone più speciali di altre? Soprattutto dopo averle conosciute…
E molto diffuso che la ricchezza e l’essere famosi, facciano apparire le persone migliori agli occhi altrui. Spesso si attribuiscono le più alte virtù a persone che hanno saputo fare i soldi.
Ma fare i soldi è una capacità, le virtù sono qualità dell’essere che prendono forma nel mondo in base alle scelte dell’individuo.
Mi rattrista il constatare come la gran parte delle persone non riesca a capire che uno stupido coi soldi rimane pur sempre stupido, il fatto che abbia accumulato del denaro non ha tolto di certo la sua stupidità, anzi magari ha aumentato la sua presunzione che farà risaltare ancora di più la sua stupidità.
Rilegare la meraviglia di un essere umano al solo ruolo professionale o ad una carica pubblica mi sembra quindi volgare.

Probabilmente è passato di moda il tempo in cui si presenta qualcuno come un amico, forse perché essere solo un amico è poco al giorno d’oggi, non fa tendenza o meglio non ha le possibilità dell’amico di comodo ricco.
Conta di più il ruolo sociale e cosa possiede un individuo che il legame d’amicizia, infatti mi è stato detto che questa persona ha la casa con piscina e la Porsche, ma non mi è stato nemmeno rivelato il nome.

Il giorno dopo però, la conoscente che mi ha presentato questa persona, aveva già le foto sui social network a bordo della Porsche prima e a bordo piscina poi.
Chissà come mai… forse non ha saputo resistere all’impellente desiderio di far sapere agli altri quale occasione la vita le aveva riservato… forse ha omesso il prezzo che ha dovuto pagare a tarda notte… e di certo non penso al sesso che magari è anche un piacere seppur momentaneo, ma alla svendita della dignità, consumatasi a bordo piscina pur di mettere quelle foto in internet.

mi piaceMa quanti mi piace avrò preso?
Sei sicuro di fare le cose per te stesso o solo per farle sapere ad altri?

L’amicizia è un sentimento importante basato sulla fiducia e la condivisione, non sugli interessi, tanto meno sul possesso di beni e meno ancora sull’importanza personale delle onorificenze, il fatto che un amico mi presenti una persona che la ritiene amica, è importante per il fatto che lui ha riposto la sua fiducia in essa, come l’ha riposta in me, e ha palpato nelle sue scelte quotidiane il valore.

Tutto il mondo dell’immagine è basato sull’adulazione e l’attenzione che tanti danno a pochi, e questi pochi sono considerati i Vips, naturalmente non per quello che sono ma per quello che hanno, per essere qualcuno per un ora c’è bisogno di uno di loro, che saprà essere un perfetto amico di comodo.
Legge di mercato: domanda – offerta. Vuoi essere qualcuno? Dammi la tua dignità!
Le onorificenze e l’immagine che offrono i beni materiali fanno parte del mercato del bisogno di attenzioni altrui, che per un essere umano normale rientrano nel mercato delle cazzate.

Articolo di Marco Trevisan

Contenuto non riproducibile previa autorizzazione dell’autore.

Se ti è piaciuto l’articolo sostieni libero-arbitrio.it con una libera donazione

Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.