La conoscenza non giace morente nei protocolli ma si palesa solo ai meritevoli, poiché essa è l'essenza della comprensione dell'esperienza.
(Marco Trevisan)